Preventivi di certificazione energetica in Liguria: lo strumento per chiederli online

28 May 2012 di celiguria Nessun commento »

La certificazione energetica in Liguria è sempre più spesso un obbligo da assolvere. Ma come richiedere più preventivi in modo facile e veloce?

Certificazioneenergeticaonline.com ci viene in aiuto, fornendoci questo form da compilare, grazie al quale riceveremo più preventivi di certificazione energetica in Liguria, gratis e senza impegno.

Servizio*

Nuovo: servizio pratiche detrazione 55% disponibile a richiesta!

Immobile*

Indirizzo*


Indirizzo con CAP e provincia, es.: Via Dante 1, 20121 Milano

Superficie riscaldata*

Richiedi il preventivo per la tua certificazione energetica

Come funziona?
Compilando il form riceverete più preventivi dai certificatori presenti in Liguria, accreditati e regolarmente iscritti all’albo.

Una volta ricevuti i preventivi conoscerete le tariffe e potrete confrontare i prezzi per la certificazione, scegliendo l’offerta migliore.
Il certificatore prescelto vi consegnerà l’attestato di certificazione, dopodiché potrete esprimere il vostro giudizio, aiutando così anche gli altri utenti nella scelta.

Per approfondire le linee guida in atto in Liguria, i casi in cui certificarsi e le eventuali sanzioni, leggi quando è necessario certificarsi in Liguria.

GSE pubblica chiarimenti sul fotovoltaico integrato

12 Aprile 2010 di admin 1 commento »

Fonte: Certificazione Energetica Online

Il GSE ha pubblicato nella sezione “Fotovoltaico”, “Dati e pubblicazioni informative”, una nota contenente alcune precisazioni in merito alla possibilità di ottenere il riconoscimento della totale integrazione architettonica per impianti fotovoltaici che utilizzano moduli rigidi applicati a elementi di copertura degli involucri edilizi, con soluzioni progettuali definite “industrializzate”.

A seguito delle numerose richieste di chiarimento relative al riconoscimento della totale integrazione architettonica per impianti fotovoltaici, che utilizzano moduli rigidi applicati a elementi di copertura degli involucri edilizi con soluzioni progettuali definite “industrializzate”, GSE pubblica una precisazione sull’integrazione dei pannelli fotovoltaici.

Per “industrializzata” s’intende una soluzione nella quale modulo e copertura identificano un unico prodotto, non individualmente distinguibile, offerto sul mercato.
Nei casi in cui si utilizzano  moduli fotovoltaici standard, disponibili sul mercato, che non svolgono alcuna funzione edilizia o strutturale ma sono sovrapposti a superfici di copertura già dotate di tutte le necessarie funzioni protettive (tenuta, impermeabilizzazione, isolamento, ecc.), il riconoscimento dell’integrazione architettonica è strettamente legato alla realizzazione di una superficie di rivestimento che ricopra la porzione omogenea della copertura oggetto dell’intervento.
Nel caso in cui i moduli fotovoltaici non coprano la totale superficie della copertura, è necessario completare l’integrazione attraverso degli elementi finti (senza celle fotovoltaiche) che rimpiazzino gli elementi fotovoltaici dove c’è ombra e da parti di chiusura che permettano di raccordare gli spazi tra i moduli fotovoltaici e gli elementi di rivestimento tradizionali, i bordi laterali, le gronde e il colmo.

Nuovi edifici in classe A: Albisola è il primo comune

18 Marzo 2010 di admin Nessun commento »

Il comune di Albisola Superiore è un comune “virtuoso”. E’ il primo comune in Liguria infatti, ad aver introdotto l’obbligatorietà di ottenere una Certificazione Energetica di classe energetica A per tutti gli edifici residenziali di nuova costruzione come anche quelli soggetti a demolizione e ricostruzione.

La decisione è stata presa all’unanimità dal Consiglio comunale di Albisola Superiore (provincia di Savona), che ha aggiornato il proprio Regolamento edilizio introducendo un Titolo V recante “Norme per il risparmio energetico, la sostenibilità ambientale, l’uso efficiente dell’energia e per la valorizzazione delle fonti energetiche rinnovabili, nelle nuove edificazioni e nelle estese ristrutturazioni”.

Il regolamento

Sono state introdotte nuove norme relative all’orientamento dell’edificio e degli ambienti, all’isolamento termico, ai serramenti, all’isolamento acustico, agli impianti di climatizzazione invernale e di illuminazione. La sostenibilità ambientale è oggetto di particolare attenzione, grazie a prescrizioni circa il recupero delle acque piovane ed alla valorizzazione delle fonti energetiche rinnovabili.

“Le nuove norme – commenta il sindaco Franco Orsi – portano Albisola all’avanguardia, anticipando normative che si stanno delineando a livello europeo. Inoltre ci permetteranno di contribuire a contenere le emissioni di CO2 e di altri inquinanti atmosferici considerando che l’incidenza del riscaldamento degli edifici rappresenta il 34 per cento dell’inquinamento prodotto dalla nostra società”.

Novità Certificazione Energetica

9 Marzo 2010 di admin 1 commento »

Riunite in un unico atto tutte le specifiche disposizioni per i professionisti abilitati al rilascio della certificazione energetica. Con l’obiettivo di favorire la chiarezza sull’argomento la Giunta regionale il 2 dicembre 2008 ha emanato la delibera n.1601, pubblicata sul Burl n.53 del 31 dicembre 2008, che integra e modifica alcune delle disposizioni precedenti e il decreto n.3915 del 24 dicembre 2008, pubblicato sul Burl n.2, parte seconda, del 14 gennaio 2009, che contiene un primo elenco di enti autorizzati a svolgere corsi per certificatore energetico.

Leggi i dettagli sul sito Ambiente in Liguria
Il sito regionale dedicato all’ambiente dove trovi tutte le informazione sulle nuove disposizioni in materia di certificazione energetica.

Nuove norme sulla certificazione energetica

9 Marzo 2010 di admin Nessun commento »

Sostituito il primo regolamento regionale del novembre 2007

La Liguria interviene nuovamente sulla normativa in materia di certificazione energetica degli edifici. È stato infatti pubblicato sul Bollettino ufficiale il Regolamento n. 1 del 22 gennaio 2009 che sostituisce il Regolamento n. 6 dell’8 novembre 2007, attuativo dell’articolo 29 della legge regionale 29 maggio 2007 n. 22 (Norme in materia di energia).

Il nuovo Regolamento definisce i criteri per il contenimento dei consumi di energia; i requisiti minimi prestazionali degli edifici; la metodologia di calcolo delle prestazioni energetiche degli edifici; i criteri e le modalità per la certificazione energetica degli edifici; la procedura per il rilascio dell’attestato di certificazione energetica; le modalità di attuazione delle ispezioni e delle verifiche volte a verificare la conformità delle opere con quanto stabilito dal presente regolamento.

I requisiti minimi di prestazione energetica degli edifici interessano i seguenti ambiti: a) le caratteristiche e le prestazioni termiche dell’involucro edilizio; b) il fabbisogno di energia primaria per la climatizzazione invernale; c) il rendimento globale medio stagionale dell’impianto di climatizzazione invernale; d) il fabbisogno di energia primaria per la produzione di acqua calda per usi igienici e sanitari; e) il fabbisogno di energia primaria per la climatizzazione estiva; f) il fabbisogno di energia primaria per l’illuminazione artificiale.

La nuova normativa dispone che ogni edificio deve essere dotato di attestato di certificazione energetica. L’obbligo riguarda gli edifici di nuova costruzione e quelli esistenti di superficie utile superiore a 1000 mq, oggetto di ristrutturazione edilizia integrale.

Negli altri casi, è obbligatorio allegare l’attestato di certificazione energetica all’atto della compravendita o della locazione a partire dal: – 8 maggio 2008 per gli edifici superiori a 1000 mq; – 8 novembre 2008 per gli edifici fino a 1000 mq; – 8 maggio 2009 per le singole unità immobiliari.

L’attestato deve essere redatto da un professionista iscritto all’elenco regionale dei professionisti abilitati al rilascio della certificazione energetica.